Cece Nero

Sembra uva passa ma non lo è. Ha un legame con il culto dell’Assunta e la tracciatura del Solco Dritto che ancora si vive un po’ in Abruzzo, un po’ nel Lazio, un po’ in Puglia.

Il legume in questione ha origini molto antiche ed è per questo che anche il suo sapore è differente, infatti la buccia che noi siamo abituati a vedere bianca, qui è nera e rugosa e la sua forma è alquanto irregolare. Sembra quasi un chicco di grano.

Dal punto di vista nutrizionale, è ricchissimo in fibre e consumatone consente di migliorare il funzionamento dell’intestino e tenere sotto controllo il livello di glucosio nel sangue. Ricco di vitamina C, K, E e del gruppo B, sali minerali e magnesio.

Una piccola porzione è come una pozione curativa e consumata in zuppe e minestre è ideale nel periodo delle influenze…

Lasciateli in ammollo per 24 ore cambiando spesso l’acqua che consentirà di eliminare i residui di sporco mentre favorirà l’assorbimento del valore nutritivo dei ceci. La cottura può essere fatta in pentola a pressione (anche normale), con acqua fredda e aromi (aglio, salvia, rosmarino, alloro e cumino).Portare ad ebollizione l’acqua, abbassare la fiamma e cuocere a fuoco lento e dolce per circa due ore.

Qui vi offro una ricetta particolare fatta con l’alloro:

Zuppa di ceci neri con pane e alloro

Ingredienti per 4 persone:
ceci neri 400 gr
spicchi d’aglio 2
foglie di alloro fresco
olio extra vergine di oliva 80 gr
Pane raffermo a tocchetti
sale q.b.

Preparazione:
Mettere a bagno i ceci con un pizzico di bicarbonato per 48 ore.
Versare i ceci dopo averli sciacquati ben bene in una pentola con abbondante acqua fredda.
Portarli a cottura come è d’uso.
La buccia del seme resterà sempre un po’ tenace. Una volta pronti ripassarlo in una casseruola con uno spicchio di aglio e dell’olio di oliva, aggiungendo un filo di acqua di cottura. Create una consistenza non troppo liquida e intanto tostate il pane. Servire in ciotoline di terracotta ma non dimenticate di aggiungere l’alloro sia per decorare che nella cottura.

FOTO DI LUCIANO PIGNATARO DAL WEB.

Buon appetito da ArkeoGustus e se siete interessati a comprare questo legume contattatemi sulla pagina Facebook ArkeoBottega.

Dott.ssa Claudia Fanciullo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...