Quaderno di archeocucina

Oggi vogliamo condividere con voi i nostri appunti sparsi di archeocucina, le nostre ricette e le curiosità dedicate al mondo delle verdure, ortaggi e frutta, per ringraziarvi del vostro supporto. Non è un libro, non vuole essere un testo scientifico bensì è uno spunto colloquiale tra noi e voi. Buona lettura!

Freekeh, il grano verde.

Mentre ci troviamo alle prese con i cereali e le lievitazioni antiche, ci è stato suggerito da un collega questo “nuovo” grano antico che in questo periodo sembrerebbe tornare alla ribalta. In effetti non ne avevamo sentito mai parlare però vogliamo presentarlo come si conviene ad un ospite speciale: il Freekeh. Il Freekeh, detto anche…

I globuli antenati degli struffoli

Catone, nel De agri cultura, LXXXVIII, 79 ci indica una specialità italica molto nota, i globuli, come delle sferette molto simili agli struffoli napoletani tipici di queste festività. La difficoltà principale per chi volesse riprodurli seguendo la ricetta antica è l’alica che credo sia introvabile o almeno noi non siamo riusciti a procurarcela. In sostituzione…

Ná tazzulell e cafè: un caffè per piacere.

Il caffè è la seconda bevanda più consumata dopo l’acqua con quasi tre miliardi di tazze al giorno nel mondo. I maggiori bevitori però non sono italiani ma finlandesi, seguiti dai norvegesi. Ebbene sì, questa bevanda così famosa ha una storia recente ma comunque davvero articolata perché la pianta da cui si traggono i chicchi,…

Gattò o Gateau o Pizz’i patan: francesismi borbonesi

Cuoco! Che bella parola! Cuoco… Diceva Totó, noto attore simbolo di Napoli. Nel Settecento Napoli divenne capitale europea e centro vivace di cultura. Maria Carolina d’Asburgo giunse a Napoli nel 1768 come sposa di Ferdinando IV. La donna ha un carattere difficile e non ama la cucina napoletana ma è più sofisticata e adora i…

Aulive ammaccate

Ottobre è il tempo della raccolta di olive e ArkeoGustus ha prodotto questi stupendi vasetti per conservare una ricetta antichissima. Nel Cilento è tipica la raccolta della salella, un’oliva detta anche lioli, licinella, montecidda o salentina. Gli alberi di questa specie sono caratterizzati da folte chiome, dal colore verde intenso e dai frutti carnosi. Le…

Dolce Roma di Pellegrino Artusi

Dalla ricetta numero 648 de “La scienza in cucina e l’arte di mangiare bene” ho estrapolato una ricetta dedicata a Roma. Sicuramente parliamo di un dolce più moderno ma rappresenta quello che per noi è questa città e le sue radici. Pellegrino Artusi era scrittore, critico gastronomico e letterario che da ragazzo si trasferì a…

Orapi: gli spinaci selvatici e dove mangiarli

Chi ci segue sa benissimo che questo periodo, per noi di ArkeoGustus, é fatto di ricerca delle fonti e ricerca delle materie prime. Infatti non ci siamo fatti mancare un salto nei pressi nel Parco Nazionale di Abruzzo, nello specifico a Posta Fibreno, un borgo immerso nel verde e contornato da animali e dal lago….

Il sushi: dall’antichità alle proposte fusion.

Noi del team ArkeoGustus andiamo spesso in giro a ricercare quei locali che propongono piatti che raccontano una storia. Questa volta ci siamo spinti oltre ed abbiamo abbracciato un’idea di ricerca enogastronomica più antica: l’estremo Oriente.Per questo abbiamo scelto di visitare un ristorantino sito in Cava dei Tirreni, Manko Japanese fusion, per entrare nel vivo…

La Feta: cosa sappiamo

Molto probabilmente, questo è il formaggio più noto e tipico della Grecia ma è anche il diretto discendente del formaggio preparato da Polifemo nell’Odissea. Morbido, bianco, prodotto con il latte di pecora oppure con una miscela di latte caprino e ovino, si conserva a lungo in salamoia. Il termine feta deriva dal greco ” fetta…