La focaccia del contadino romano: il Moretum

La tradizione manoscritta ci ha conservato un poema di 122 versi, erroneamente attribuito a Virgilio, che racconta la realizzazione di una sorta di focaccia da parte di un contadino, Simulo, che pur vivendo una situazione precaria, lavora i campi, ha una schiava al suo servizio e ogni otto giorni si reca al mercato per vendere…

Il ghiro è servito! Metodi e abitudini alimentari nell’antica Roma

I Romani. Padroni del mondo, amministratori di province, fini strateghi ma anche gran mangioni. Se vi siete mai soffermati ad osservare i mosaici delle ville oppure semplicemente le decorazioni plastiche e architettoniche di vasi e monumenti, i riferimenti al cibo nel mondo romano non mancano mai. Esso era parte integrante e fondamentale della vita sociale…

Archeologia subacquea: le anfore parlanti

Roma era una città popolosa che governava un vasto impero. Come centro amministrativo e centro di potere, la città dipendeva quasi completamente dalle importazioni esterne per soddisfare i suoi bisogni primari. Tutto questo ha avviato le importazioni dall’Italia, dalla Sicilia, dalla Sardegna, dalla Spagna, dalla Gallia e infine dal Nord Africa. L’Egitto con i suoi ricchi raccolti…

Ficus! Il dolce frutto degli antichi

Grandi alberi rigogliosi vi crescono… il fico dolcissimo Omero, Odissea, VIII secolo a.C Storia Quando parliamo di fichi non possiamo non ricordare la polpa densa e dolce, la buccia tenera e delicata ma non possiamo considerarli frutti perché tecnicamente non lo sono. Il fico è una porzione di stelo espanso in una sacca e per…