Artolagano ellenico o etrusco?

“Artolagano“significa sfoglia di pane. Ai giorni nostri si può paragonare alla pizza romana fatta nella capitale e a quella che nella regione Lazio viene chiamata pizza-pane. È realizzato partendo dalla pasta del pane, alla quale si aggiunge latte, olio, strutto, pepe, sale e vino. … a deliciis [appellati] ut artolagani Plinio. Artolaganon significa pane laganon. Il laganon appare di…

CONSERVARE IL CIBO

SALE, ACETO E MIELE…e lievito. Un grosso problema, in epoca passata, era costituito dal metodo di conservazione del cibo. Si sfruttavano tre prodotti: SALE, VINO (O MEGLIO, L’ACETO) E MIELE, spesso abbinati ad ESSICCAZIONE E AFFUMICAMENTO. Il SALE era usato soprattutto per conservare carne e pesce mentre Il MIELE, veniva utilizzato per la conservazione o la…

Benvenuti nell’Antica Grecia

I Greci di solito consumavano tre pasti al giorno. All’alba facevano colazione (àriston) con una focaccia,del vino e delle olive (sembra quasi la colazione ligure…); verso mezzogiorno mangiavano uno spuntino leggero (dòrpon) e alla sera si riunivano per consumare il pasto principale della giornata (dèipnon). Le raffigurazioni di banchetti, frequenti nell’arte greca e sui vasi…

Focaccia al miele

In Grecia la focaccia al miele è chiamata Nastòs e poteva essere farcito con mandorle e uvetta oltre ad avere molte forme diverse.🧁La ricetta è descritta da Teocrito (IV, 33) e narra la storia di un pugile calabrese, Egone, che ne divorò ben ottanta in una sola volta. La farina utilizzata originariamente era di orzo…

La mola salsa

Era una focaccia sacra utilizzata nei riti religiosi dell’antica Roma. Offerta alle divinità, veniva spezzata e distribuita ai credenti come atto di purificazione, oppure utilizzata per cospargeregli animali destinati al sacrificio( da qui la parola”immolare”). Confezionata dalle vestali seguendo un accurato rito di raccolta del farro, veniva servita per le principali festività come i Vestalia,…