Il Garum di Marziale

“Usate pesci grassi come sardine e sgombri, cui vanno aggiunti, in porzione di un terzo, interiora di pesci vari. Bisogna avere a disposizione una vasca ben impeciata, della capacità di una trentina di litri. Sul fondo della vasca fate un altro strato di erbe aromatiche disseccate e dal sapore forte come aneto, coriandolo, finocchio, sedano, menta, pepe,…

Glossario: Alleo

Residuo della preparazione del garum costituito dal pesce salato che restava sul fondo dei recipienti dopo che ne era stata estratta la parte liquida, dalla quale si otteneva il garum vero e proprio. Dott.ssa Claudia Fanciullo

“Il pollo alla Vario” dal libro VI del De Re Coquinaria di Apicio

Come cucinare il pollo in modo differente? Per la rubrica di archeocucina anche oggi, come ogni fine settimana, non potevo farmi scappare l’occasione di condividere una nuova ricetta con voi. Anche se sono a casa, come voi spero, ci possiamo tenere compagnia perchè la #culturanonsiferma . Ci pensa ArkeoGustus che attraverso il ricettario di Apicio…

IL GARUM: BUGIE E VERITA’

Quante sciocchezze dobbiamo ancora leggere o sentire sul garum? Personalmente ritengo, da archeologa e archeocuoca che sia giusto parlarne con cognizione di causa senza scadere nell’ovvietà, perchè credo che sia giusto non dare adito ad altri dubbi infondati su questa prelibatezza che invece viene erroneamente considerata nauseabonda. Il garum è una salsa fatta con erbe…