Gattò o Gateau o Pizz’i patan: francesismi borbonesi

Cuoco! Che bella parola! Cuoco… Diceva Totó, noto attore simbolo di Napoli. Nel Settecento Napoli divenne capitale europea e centro vivace di cultura. Maria Carolina d’Asburgo giunse a Napoli nel 1768 come sposa di Ferdinando IV. La donna ha un carattere difficile e non ama la cucina napoletana ma è più sofisticata e adora i…

Caldo? Un bicchiere di Posca!!!

La Posca era una bevanda semplicissima che si otteneva mescolando all’acqua, dell’aceto ma le dosi sono assolutamente individuali e personali. Oltre ad essere un’antichissima bevanda, molto popolare nell’antica Grecia e bevuta dai legionari romani per avere energia, eliminava i germi patogeni presenti nell’acqua stessa. L’acido acetico presente nell’aceto eliminava gran parte dei microrganismi responsabili di…

L’anfora e i suoi contenuti: l’olio

Tra i prodotti più esportati troviamo l’olio, assieme al vino e al pesce e i suoi derivati, stivato nelle navi mercantili e conservato nelle anfore. L’olio non era utilizzato esclusivamente per fini alimentari, come accade tutt’oggi, ma era impiegato nella realizzazione di balsami e unguenti, nella medicina e nell’illuminazione, utilizzato per riempire le lucerne. La…

DEI PIATTI VELOCI…del Medio Oriente

La nostra Arkeorubrica del mercoledì ci allieterà con una ricetta molto fast food ma veramente antica. Parliamo sempre di Medio Oriente il mercoledì ma mai come in questo periodo di ripresa, cosa molto gradita è mangiare rapidamente per recuperare a lavoro. Noi siamo sempre per il mangiar piano e di gusto ma qui si va…

Storia della Frisella

Oggi parliamo del pane ma non del solito, scopriremo assieme come nasce la “frisella” nel concetto di recupero alimentare. Da sempre il pane duro viene riutilizzato per svariate ricette, dalle polpette all’accompagnamento per gli intingoli, senza dimenticare le zuppe. Mai dare per scontato un alimento così prezioso. Infatti le sue origini risalgono a circa il…

Arkeorubrica: l’orto in dispensa

Nuovo episodio per questa rubrica che ci parla di coltivazione, di terreni e tradizioni agricole. Oggi voglio condividere con voi una chicca sulla posata preferita dai contadini: il cucchiaio. “I ricchi proprietari terrieri conservavano il cucchiaio in cucina, in una guaina di cuoio o di stoffa, e li usavano quotidianamente per consumare il proprio pasto,…

Arkeorubrica: il simposio dei Sultani

ANTIPASTI Quanto sono importanti oggi gli antipasti e come si sono trasformati quasi in pietanza principale? La spiegazione ci arriva dai libri di storia della gastronomia antica che ogni mercoledì vi facciamo scoprire. Una risposta può darcela di sicuro la cucina antica mediorientale. Oggi un antipasto modesto o “mezze” può essere composto da Hommos bi-Tahina (crema di…

Arkeorubrica: Così da un terreno morto è nata una foresta

In questa rubrica del lunedì stiamo attraversando la storia dell’agricoltura per comprendere meglio i meccanismi di produzione alimentare agricola dal passato fino ai nostri giorni e per creare anche la curiosità che potrebbe spingerci ad avviare una piccola autoproduzione. Abbiamo già toccato l’argomento dedicato alla concimazione ed è per questo che ho trovato curioso e…

ARKEORUBRICA: ODE AL PANE NEL SIMPOSIO MEDIORIENTALE

Nulla supera il pane che vidi un giorno passando per Karkh. Uno spettacolo imperdibile. Lo vidi dapprima nelle mani del panettiere, schiacciato e impastato sul tavolo, trasformato poi in perle saltellanti. Egli prese una perla, e più veloce del Destino, la restituì sottoforma di scudo rotondo. Come esperto nell’arte della rotazione, fece girare il pane…

Arkeorubrika: le rotazioni e la coltivazione

Fin dall’alba della coltivazione i primi agricoltori constatarono che, continuando a coltivare cereali sullo stesso terreno, la sua produttività diminuiva e i raccolti si contraevano. Ne conseguiva la necessità di abbandonare un campo dopo una serie di raccolti per coltivarne uno vergine. Con il progredire della civiltà in età protostorica, sulle sponde del Mediterraneo si stabilì il sistema della…