Una milza ripiena di storia

’O Castiello e tu Quanta logge stasera chiéne ‘e gente! Se spérdono p’ ‘o ciélo tanta vòce resate e suòne. Tutte so’ cunténte. Ncopp’ ‘o Castoéllo sta allumata ‘a Cròce. E tu addo stàie? Quant’anne so’ passate? So’ passate tant’anne ‘a chella sera! Giuvanuttiélle, stévemo appuiate, ffelice e spenziarate, a na ringhiéra, e guardàvemo ‘o…

Gustum de precoquis: l’antica Roma a tavola

La cucina per gli antichi romani era un argomento molto serio e non solo per il cibo portato a tavola ma per il valore sociale, politico ed economico che veniva fuori dai discorsi fatti proprio durante i pasti. Ancora più importante era l’antipasto o gustatio, per esempio, che serviva a mettere i commensali del giusto umore per…

Archeometria e analisi dei residui alimentari

Cosa tratta questa disciplina e come si affronta in laboratorio? Scopriamolo assieme al dott. Giovanni Giorgio, che ne affronta l’arduo percorso, partendo dalle basi, con questo primo articolo di una lunga serie dedicata ai ritrovamenti archeo-gastronomici attraverso le materie di ricerca scientifica più specifiche.

Biscotti al mosto cotto alla maniera di Catone

<<… intridi un moggio di farina con il mosto, aggiungici anice, cumino, due libbre di grasso, una libbra di cacio e della corteccia di alloro, quando avrai impastato e dato la giusta forma, cuoci sopra foglie di lauro>> Catone nel “De agricoltura” ci racconta una storia fatta di farina, spezie, formaggio e mosto. L’alloro veniva…