DEI PIATTI VELOCI…del Medio Oriente

La nostra Arkeorubrica del mercoledì ci allieterà con una ricetta molto fast food ma veramente antica. Parliamo sempre di Medio Oriente il mercoledì ma mai come in questo periodo di ripresa, cosa molto gradita è mangiare rapidamente per recuperare a lavoro. Noi siamo sempre per il mangiar piano e di gusto ma qui si va velocemente indietro nel tempo.

Wast mastur, ossia “panino aperto” ci fa ripensare alle merende genuine della nonna in un tripudio di bontà locali e ipercaloricità. Questa ricetta prevede un condimento particolare, una salsa fermentato simile al Kamah che, per chi non lo sapesse, è fatta con pane ammuffito seccato al sole e impastato con latte di pecora, erve aromatiche, sale per impedirne la fermentazione.

Un panino “fragrante e lucido” come affermava Ibrahim al-Mahdi che ne scrisse un componimento. Ma come si preparava?

Si toglieva la crosta superiore e laterale dal pane e si spalmava la salsa, aggiungendovi olio di noci. Poi si poneva sul braciere a riscaldato e quando era pronto si aggiungeva un tuorlo d’uovo leggermente cotto. La spolverata di formaggio grattugiato rendeva il tutto completo e quasi “umami”.

Dott. Ssa Claudia Fanciullo

BIBLIOGRAFIA

I n Sayyar al-Warraq,a cura di Sabrina Favaro, Il simposio dei sultani, Jouvence editore, 2015

Tutti i diritti sono riservati©®

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...