Cucchiai, mestoli e vasetti a pipa del Neolitico


Vi siete mai chiesti come fossero i cucchiai neolitici?

La risposta è semplice, basta guardare uno dei cucchiai che usiamo per le zuppe e ci accorgeremo che la forma non è per niente cambiata!
Il cucchiaio neolitico, infatti, era formato da una sezione conca, un manico a sezione circolare. In principio erano realizzati con materiale organico, come il legno, quindi facilmente deperibili, poi in ceramica grossolana e fine, il tutto è documentato dal Neolitico antico al recente.

Sul territorio italiano sono state rinvenute testimonianze archeologiche di cucchiai nella gran parte delle culture neolitiche, seppur non sembra siano presenti degli elementi distintivi per i vari gruppi.

Le differenze che si possono riscontrare sono lievi. I cucchiai rinvenuti nei siti del nord Italia presentano un corpo a bassa calotta, quindi poco profondi, mentre nell’area centrale i corpi, come al nord, sono poco profondi, invece troviamo manici cilindrici o conici, a bastoncello, a listelli o a sezione piano convessa, quadrangolari. Nella zona meridionale, invece, i corpi
sono ellissoidali o a “cuppella” e i manici sono spesso brevi e ricurvi verso il basso. Di particolare interesse risulta un cucchiaio rinvenuto a Torre delle Monache che presenta sulla punta del manico una protome zoomorfa che potrebbe avere un significato decorativo o apotropaico e un cucchiaio rinvenuto a Grotta delle Veneri che presenta un foro nell’impugnatura che ci fa pensare che l’utensile fosse appeso, mediante un filo, quando non fosse utilizzato.
I mestoli, più frequenti nel Neolitico medio e finale, erano realizzati in ceramica fine o semifine e si presume venissero utilizzati in ambito esclusivamente domestico, sia per prendere liquidi dai contenitori, come nella funzione odierna, sia per i lavori che si svolgevano attorno al focolare domestico. Presentano un corpo semisferico con fondo convesso oppure piano/convesso, dalle pareti ricurve, ed è considerevolmente profondo quindi utilizzabile per sia per raccogliere liquidi sia per recuperare grani di cereali, o farine. Il manico, invece, si presenta sempre con la sezione ellissoidale, ovale o circolare, mentre la lunghezza presenta una variabilità non associabile a
un’evoluzione tecnologica o culturale. La scarsa presenza dei mestoli nei periodi più antichi del Neolitico può essere spiegata con la scelta del materiale deperibile utilizzato (come dimostra il mestolo in legno di acero trovato a Palù di Licenza) o legata all’alimentazione basata su cibi solidi.
La scoperta di un mestolo con decorazione meandriforme rinvenuto all’Acropoli di Lipari e appartenente alla Cultura di Serra d’Alto suggerisce la possibilità che questi utensili avessero anche un valore estetico.

I vasetti a pipa, non differiscono molto dai mestoli, se non per il manico canaliculato. Prodotti in ceramica, presentano un corpo emisferico piuttosto profondo fornito di un piccolo manico. Questi utensili, sono stati attestati durante il Neolitico antico e medio/recente nell’area nord italiana mentre nella zona centrale sono documentati fino al Neolitico medio. Un solo esemplare è stato rinvenuto nell’Italia meridionale ed è databile al Neolitico medio. Lo scarso rinvenimento dei vasetti a pipa durante il Neolitico finale potrebbe indicare che questi oggetti, molto spesso presenti in ambienti culturali, venissero utilizzati per riti o cerimonie non più praticati.

Articolo redatto in esclusiva dalla Dott.ssa Valentina Sgariglia per ArkeoGustus (tutti i diritti sono riservati).

Bibliografia
Serradimigni M., Analisi di alcune classi di manufatti di uso quotidiano nel Neolitico italiano. Cucchiai, mestoli, vasetti a pipa: evoluzione, diffusione, funzionalità, AΓΩΓH III, 2006.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...